PRESS AREA


ITALIANO | ENGLISH

TEXA AD AUTOPROMOTEC CON LE SOLUZIONI AVANZATE PER L’OFFICINA DEL FUTURO

Prende il via la 28esima edizione della kermesse bolognese dedicata all’industria automobilistica e TEXA presenta in anteprima mondiale le ultime novità dedicate al mondo della riparazione e dell’assistenza.

“Soluzioni avanzate per l’officina del futuro, oggi”:
con questo slogan TEXA si presenta a Bologna in occasione della ventottesima edizione di Autopromotec. Nell’ampio spazio espositivo di oltre 700 metri quadrati, presso il Padiglione 30 - Stand B6, verranno messe in mostra una serie di importanti novità per il mondo delle officine:

-    RCCS 2, il sistema TEXA per la calibrazione di telecamere e radar si fa in tre;
-    KONFORT 712R, la nuova proposta mid-range di TEXA;
-    Info Connect, l’esperto che avresti sempre voluto al tuo fianco per portare a termine, in esclusiva, le operazioni più complesse.
-    eLight, il primo centrafari smart con diagnosi elettronica integrata;
-    DoIP NODE per la diagnosi superveloce.


RCCS 2: il sistema TEXA per la calibrazione di telecamere e radar si fa in tre

RCCS 2 è la nuova soluzione, completa e professionale, ideale per effettuare tutte le operazioni di calibrazione delle telecamere e dei radar.
È composta da un robusto supporto principale, regolabile in altezza grazie all’azionamento elettrico di cui dispone, e anche perpendicolarmente rispetto al veicolo, azionando una pratica manopola posta sul retro della struttura. La barra di regolazione è equipaggiata con due distanziometri, un piatto riflettente scorrevole, provvisto di laser centrale per il puntamento del radar frontale. Sopra la struttura è presente un’ulteriore livella laser utile per trovare il centro semplicemente puntandola sul logo anteriore del mezzo.
Questa dotazione tecnologica permette di collocare la struttura e di allinearla in modo corretto rispetto al veicolo ed al pavimento con grande facilità, assoluta precisione ed in totale sicurezza. RCCS 2, inoltre, è facile da spostare all’interno dell’officina, grazie alle ruote pivottanti di cui dispone. RCCS 2 permette al meccanico di gestire in modo indipendente tutte le fasi di lavoro, includendo ora il controllo dell’assetto su auto e veicoli commerciali leggeri, offrendo un servizio semplice, sicuro e altamente professionale.

È disponibile in tre versioni: con aggrappi su cerchio; con aggrappi su pneumatico; con kit controllo assetto, sensori CCD e aggrappi su cerchio.

RCCS 2 con aggrappi su cerchio o su pneumatico, consente di portare a termine tutte le operazioni su radar e telecamere in modo veloce e preciso. Per l’allineamento del veicolo utilizza due pratiche bandelle di puntamento, sulle quali vengono indirizzati i laser dei due distanziometri presenti sull’asse principale della struttura. È utile sottolineare, infatti, come, prima delle operazioni di calibrazione, sia necessario verificare il corretto assetto del veicolo, pena un lavoro non accurato con rischi connessi in termini di sicurezza e insoddisfazione dei clienti. Molte officine si trovano a chiedere spesso il supporto di un soggetto esterno in possesso di dispositivi adatti alla verifica dell’assetto, con ripercussioni negative in termini organizzativi e di marginalità. Per questo motivo, per quanti volessero offrire ai propri clienti un servizio completo ed altamente professionale, RCCS 2 con aggrappi su cerchio è espandibile con l’aggiunta dei rilevatori elettronici CCD, permettendo così anche la verifica del controllo dell’assetto e l’allineamento digitale.

Scegliendo RCCS 2 con kit di controllo assetto i professionisti hanno a disposizione la soluzione top di gamma per i loro clienti, che semplifica ulteriormente l’allineamento del veicolo e consente di effettuare direttamente un controllo puntuale delle condizioni dello stesso.
Il kit prevede l’utilizzo di quattro rilevatori elettronici CCD provvisti di sensori ad infrarossi, da installare sia sulla struttura RCCS 2 sia sulle ruote, attraverso il sistema di aggrappi a quattro punti con fissaggio sul cerchio.
La leggerezza dei rilevatori e l’assenza di cavi di collegamento tra anteriori e posteriori assicurano massima praticità d’uso ed un’assoluta precisione nella misurazione degli angoli del veicolo.
L’elevata accuratezza di questo sistema è garantita anche dall’impiego dell’ALIGNMENT CHECK, l’applicativo software che permette, in pochi semplici step, di effettuare due tipologie di operazioni: un rapido controllo dell’allineamento di RCCS 2 rispetto all’angolo di spinta del veicolo e al piano di lavoro dell’officina, ma anche la verifica della convergenza delle ruote. Queste procedure sono fondamentali per preparare l’auto alla successiva fase di calibrazione delle telecamere e/o dei radar.

Le soluzioni TEXA permettono di ripristinare con estrema precisione il corretto funzionamento degli ADAS, nel rispetto degli standard richiesti dai diversi costruttori, effettuando calibrazioni statiche e dinamiche, ed assicurando una vastissima copertura CAR e TRUCK, superiore di almeno il 30% rispetto alle altre soluzioni sul mercato.

Il software IDC5 guida il meccanico passo dopo passo in tutte le fasi, grazie alla presenza di schede help dedicate e specificatamente sviluppate per ciascun veicolo. Per conoscere ogni segreto dei sistemi ADAS, inoltre, TEXAEDU ha sviluppato D9C e D9T, due corsi specialistici dedicati. In caso di qualsiasi dubbio o domanda sulle procedure di calibrazione, TEXA offre una linea Call Center ADAS dedicata: un contatto veloce, competente e puntuale, per rispondere ad ogni vostra esigenza.


KONFORT 712R, la nuova proposta mid-range di TEXA
KONFORT 712R è la nuova stazione di ricarica A/C di TEXA di fascia media che vanta caratteristiche tecniche tipiche dei modelli top di gamma, come ad esempio la gestione del servizio di manutenzione completamente automatica e la misurazione della quantità di olio recuperato con bilancia elettronica. Può essere acquistata in versione R134a o R1234yf, con la possibilità di cambiare successivamente configurazione tramite un kit retrofit opzionale.

Altre peculiarità distintive di KONFORT 712R, rispetto ai modelli della sua categoria, sono la possibilità di installare il Kit Identificatore Refrigerante e l’utilizzo in abbinamento al REC+, l’innovativo dispositivo brevettato da TEXA per il recupero dei refrigeranti contaminati dagli impianti di climatizzazione dei veicoli. La particolarità dello chassis chiuso, inoltre, le conferisce estrema durevolezza in un ambiente impegnativo come può essere quello dell’officina.

KONFORT 712R è la soluzione ideale perché con un investimento contenuto il meccanico può disporre di una stazione di ricarica con funzionalità esclusive e prestazioni da prima della classe, assicurando ai clienti un servizio di assistenza di altissimo livello nel tempo.


Info Connect, l’esperto che avresti sempre voluto al tuo fianco per portare a termine, in esclusiva, le operazioni più complesse.
Info Connect è l’innovativo servizio di diagnosi remota multimarca che TEXA mette a disposizione di tutti i tecnici riparatori per portare a termine determinate operazioni non ancora presenti negli aggiornamenti software o che potrebbero risultare complesse e inusuali per l’attività che l’officina svolge abitualmente. Il suo funzionamento è molto semplice: è sufficiente collegare l’interfaccia Info Connect alla presa di diagnosi del veicolo ed allo strumento visualizzatore in dotazione*. A questo punto, utilizzando il software IDC5, l’operatore clicca sulla voce “Info Connect” ed avvia la remotizzazione della diagnosi: un esperto TEXA entra in comunicazione diretta ed in tempo reale con il veicolo, proprio come se si trovasse a fianco del meccanico, e porterà a termine in poco tempo l’operazione desiderata.

Il servizio Info Connect consente di effettuare operazioni molto utili, quali ad esempio: reset service, verifica memoria guasti e cancellazione codici errore, codifica chiavi, calibrazione telecamere, rigenerazione filtro antiparticolato, apprendimento sensori TPMS, impostazioni di base sistema climatizzazione, reset servosterzo, body computer, ABS e molte altre ancora.
*Info Connect è utilizzabile con AXONE Nemo, AXONE 5 o con un PC Windows.


eLight, il primo centrafari smart con diagnosi elettronica integrata

Il nuovo centrafari eLight di TEXA nasce dalla consapevolezza che i gruppi ottici installati nelle automobili moderne sono sempre più sofisticati ed integrati con altri componenti elettronici, quali il radar, le telecamere ed il sistema di sterzatura. In poco tempo, quindi, il faro si è trasformato da elemento meccanico ad elettronico. eLight è il primo strumento della sua categoria in cui sia stato integrato un sistema di diagnosi elettronica. Per il meccanico è quindi possibile operare sui gruppi ottici senza alternarsi tra il centrafari e lo strumento diagnostico, risparmiando fino al 50% del tempo necessario per portare a termine un’operazione.
Viene proposto nelle versioni ONE e ONE D, con le medesime caratteristiche hardware ma, mentre la prima comunica con i visualizzatori AXONE Nemo ed AXONE 5 per portare a termine le operazioni collegate alla centratura fari, la seconda si avvale anche di un display touch TFT a colori da 7 pollici, con il quale il tecnico può interagire ed attivare direttamente ed in modo selettivo i diversi componenti del gruppo ottico.

Il funzionamento è molto semplice: è sufficiente collegare nella presa OBD del veicolo l’interfaccia miniaturizzata Navigator nano S, questa dialoga via Bluetooth con E-LIGHT, identificando il modello del veicolo e indicando tutte le procedure da effettuare. Nel caso ci sia la necessità di aggiustare il faro, la diagnosi integrata aiuta a predisporre le centraline in modalità “regolazione”. eLight consente tutte le verifiche relative ai fari che equipaggiano le vetture moderne, dotate di tecnologie in continua evoluzione. È leggero, grazie alla sua struttura in alluminio, e carrellabile. È equipaggiato con lente Fresnel, caratterizzata da notevoli dimensioni rispetto alla concorrenza (340 x 200 mm), in modo da poter seguire la prevedibile evoluzione stilistica delle auto verso fari ancora più grandi. Dispone di una telecamera CMOS e di un visore laser, che garantiscono un’elevata precisione fotometrica, secondo le più stringenti indicazioni dei costruttori che richiedono, ad esempio, un’accuratezza di lettura +/- 0.1% nell’asse verticale e +/- 0.2% nell’asse orizzontale. Grazie, inoltre, alla capacità diagnostica, si possono analizzare segmenti aggiunti propri dei sistemi di illuminazione più evoluti come gli AFS (Adaptive Front Lighting System) o i GFHB (Glare Free High Beam). Altra funzionalità molto utile è quella che consente di stampare, utilizzando la stampante termica integrata, un report delle attività, fornendo così ai clienti l’evidenza delle operazioni concluse sul loro veicolo.




DoIP NODE, per la diagnosi superveloce
DoIP NODE è l’adattatore multimarca sviluppato da TEXA che consente di effettuare operazioni di diagnosi DoIP (Diagnosis Over Internet Protocol) a grande velocità sui nuovi veicoli dotati di comunicazione BUS Ethernet, una nuova architettura che i costruttori stanno iniziando ad affiancare alla tradizionale linea CAN-BUS.

L’impiego del DoIP NODE rappresenta un grande vantaggio per il meccanico, perché non deve sostituire la strumentazione TEXA che già possiede, ma solo integrarne il funzionamento utilizzandolo ogni qualvolta il mezzo sul quale sta operando lo dovesse richiedere.

Di dimensioni ridotte (70 mm x 120 mm x 40 mm) si inserisce tra la tradizionale presa OBD e l’interfaccia NAVIGATOR TXTs o Navigator nano S, ed individua di volta in volta quale protocollo utilizzi il veicolo.